Nanatsu no Taizai Wiki Italia
Advertisement

King「キング」è un membro dei Sette Peccati Capitali, il Peccato d'Accidia col simbolo dell'Orso. Il suo vero nome è Harlequin, il terzo Re delle Fate「妖精王ハーレクイン Yōsei-Ō Hārekuin」, protettore della Foresta del Re delle Fate e fratello maggiore di Elaine, la guardiana della Fonte della Giovinezza.

Aspetto

Essendo una fata, King ha l'aspetto di un ragazzo molto giovane, dai corti capelli castani, sopracciglia sottili e occhi ambrati. Indossa una lunga felpa arancione e verdeacqua, senza maniche e dotata di cappuccio, una maglia a maniche lunghe color blu scuro, pantaloni lunghi fino a metà polpaccio dallo stesso colore della maglia e stivali abbinati alla felpa. Generalmente porta con sé un grosso cuscino verde leopardato, ossia una delle trasformazioni della sua lancia Chastiefol. Nonostante siano fate, sia per lui che per sua sorella è stato necessario molto più tempo del normale affinché sviluppassero le proprie ali; in più, non hanno le orecchie a punta.

Nella sua forma umana, è quasi tale e quale al suo manifesto da ricercato: un grosso umano sovrappeso e cencioso, aspetto che probabilmente allude a come le fate vedano gli umani. Comunemente indossa una versione su misura dei vestiti che ha nella sua forma normale, i quali cambiano taglia se si ritrasforma. Successivamente alla Saga dell'infiltrazione del Regno, attaccò l'elmo di Helbram al suo cappuccio.

Come Cavaliere Sacro, indossava un'armatura integrale verde adatta alla sua corporatura in forma umana. Durante la Nuova Guerra Santa, l'armatura indossata è identica, tranne che per le dimensioni, corrispondenti alla sua forma da fata.

Il simbolo dell'Orso è posizionato a metà tra la caviglia e il polpaccio sinistri, a dare sull'esterno della gamba.

Dopo avere rivissuto i ricordi di Gloxinia, gli sono cresciute delle piccole ali azzurre. Durante lo scontro con Mael, King riuscì a liberare il suo potere ed esse crebbero completamente, assumendo la forma di grandi ali strette ed azzurre. Anche l'aspetto di King stesso cambiò, diventando quello di un adolescente magro e più alto, dai capelli più lunghi a formare una grande ciuffo sollevato sulla fronte. Il suo abbigliamento tipico consiste, da quel momento in poi, in un completo elegante dal colore bluastro. Se il ragazzo esaurisce completamente tutto il suo potere magico torna temporaneamente alla sua forma precedente.

Carattere

Nella sua prima apparizione, King compare come un alleato dei Cavalieri Sacri che stanno dando la caccia ai Sette Peccati Capitali, con un comportamento freddo, distaccato, abbastanza sarcastico ma alquanto fiducioso. Ciò contrastò subito con le parole di Meliodas, che lo definì un "cucciolotto" quando lo descrisse ad Elizabeth. In ogni caso, King appare più avanti per come è davvero: un ragazzo abbastanza emotivo, dal comportamento retto e che si imbarazza facilmente; sua sorella lo defisce come più gentile di chiunque altro. Fa fatica ad ammettere i suoi sentimenti per Diane e a dire apertamente quano tiene ai suoi compagni ed amici, ma vuole molto bene a tutti loro e apprezza la loro compagnia. Soprattutto tiene però a sua sorella Elaine, per la quale fu disposto anche ad abbandonare il suo gruppo o uccidere.

King mostra facilmente un lato premuroso, anche se talvolta mascherato da una sorta di strafottenza che lo fa apparire indifferente. Dimostra fin da subito di essere fisicamente pigro, preferendo quasi sempre fluttuare appoggiato a Chastiefol. Pur essendo il Peccato d'Accidia, di solito lavora sodo e in modo serio. Quando King si riunì al gruppo, al tempo composto solo da Meliodas, Diane e Ban, appariva come il membro più razionale tra i tre e mise spesso in discussione le loro azioni avventate, come il loro disinteresse sulla perdita dei rispettivi Tesori Sacri o il loro atteggiamento in battaglia. Quando forzato a fare qualcosa che non gli piace, King può trovare motivazione se la cosa può rendere Diane felice. Nonostante il suo carattere gentile, non si fa scrupoli ad attaccare ed eliminare un qualsiasi tipo di nemico.

Forza e Abilità

In quanto membro dei Sette Peccati Capitali, King è estremamente potente. In più, stando alle parole di Gloxinia, è il Re delle Fate più forte mai esistito fin ora. Essendo una fata, King ha dimostrato di possedere varie abilità tipiche della sua razza, come volare e trasformarsi. Quando sfruttò al meglio la sua forza per salvare Diane durante l'infiltrazione nel regno, Meliodas e Ban si espressero dicendo che il suo potere aveva raggiunto "dei livelli incredibili". Ciò venne riconfermato pochi attimi dopo durante lo scontro con Helbram, mentre al contempo proteggeva i feriti nei paraggi.. Quando viveva nella Foresta del Re delle Fate, si diceva che la sua forza fosse tale da essere temuta da chiunque tentasse di invaderla, Cavalieri Sacri inclusi, reprimendo quindi il desiderio di attaccarla.

Fisicamente parlando, King è così debole che può sconfitto con immensa facilità in modo addirittura comico, ma compensa questo problema con l'uso di Chastiefol e del suo immenso potere magico. Nonostante questa sua mancanza di forza fisica, ha però dimostrato una notevole resistenza, ad esempio quando bersagliato dagli attacchi di Helbram. Alcuni credevano che l'Albero Sacro, da cui le fate attingono potere, avesse abbandonato King ed egli non potesse usare la sua vera forza in battaglia; la verità è che l'Albero non può esprimere sentimenti negativi, ed era quindi una scelta di King quella di non sfruttare al massimo i poteri propri e del suo Tesoro Sacro.

Dopo aver affrontato la prova di Gloxinia e aver finalmente ottenuto le sue piccole ali, il potere di King aumentò notevolmente, tanto da poter usare la vera forma del suo Tesoro Sacro senza risentirne fisicamente. Melascula sostenne che la sua forza fosse divenuta simile a quella di Gloxinia, una fata membro dei Dieci Comandamenti, e Gloxinia stesso sottolinea che, essendo ciò possibile nonostante le sue ali siano appena comparse, King diventerà il Re delle Fate più forte che sia mai esistito. Questa affermazione viene dimostrata quando King, risvegliando il suo vero potere, riesce a spezzare da solo la Maledizione del Silenzio di Mael e sviluppa completamente le proprie ali. Inoltre, durante lo scontro, mostra di poter usare più Lance dello Spirito alla volta, per scopi sia difensivi che offensivi.

King è incredibilmente veloce, come mostrato quando evitò senza sforzi gli attacchi di Guila e Jericho e le mise a tappeto prima che potessero rendersene conto. E' anche in grado di stare al passo, volando, di Meliodas e Ban, entrambi particolarmente rapidi.

Abilità magiche

  • Disastro「 災厄 Dizasutā」: il potere innato del Re delle Fate, che gli permette di esercitare pieno controllo su vita e morte a livello molecolare, alterando lo stato naturale delle cose. Un semplice taglio può diventare una grave ferita, lievi veleni divenire tossine letali, e piccoli tumori spargersi rapidamente in tutto il corpo. Questa capacità concede quindi al Re delle Fate l'autorità sull'intera natura della Foresta, lasciando che crescano o appassiscano piante e alberi in ogni momento. Grazie a Disastro, può anche sfruttare al meglio le misteriose proprietà della propria Lancia dello Spirito, evocandone così tutte le forme.
  • Levitazione: in quanto fata, King può fluttuare. Inoltre può far volare oggetti in suo possesso.
  • Trasformazione: in quanto fata, King può trasformarsi. E' un'abilità che richiede molta concentrazione e sforzo mentale. Sebbene un tempo fosse in grado di mantenere costantemente la sua forma umana grazie alla sua immensa forza di volontà, a distanza di 10 anni senza allenamento King si ritrova ad essere esausto in seguito ad una qualsiasi breve trasformazione.
  • Lettura del Cuore: in quanto fata, King può leggere i reali pensieri e sentimenti altrui. Inizialmente dichiara lui stesso di non essere mai stato particolarmente bravo, ed Elaine sostiene che la sua lunga lontananza dalla Foresta del Re delle Fate abbia favorito la difficoltà, ma dopo aver risvegliato il suo vero potere dimostrò immediatamente padronanza di questa abilità leggendo i pensieri sia di Diane che di Mael.

Armi

  • Lancia dello Spirito Chastiefol: il Tesoro Sacro di King, una lancia forgiata dall'Albero Sacro. Più resistente dell'acciaio, il suo pieno potenziale può essere espresso tramite Disastro. Possiede dieci diverse forme.

Equipaggiamento

  • Elmetto di Helbram: è un elmetto che Helbram comprò dagli umani settecento anni prima come regalo per King, ma che finì per usare come travestimento per Love♡Helm. Dopo che morì per la terza volta, il suo spirito si trasferì all'interno dell'elmetto, divenuto di proprietà di King; Helbram può quindi essere sentito da chi ha l'elmetto vicino e può essere visto se indossato.

Livello di Potere

Magia Forza Spirito Totale
3.370 0 820 4.190

Rilasciando per la prima volta la sua vera forza contro l'Albion, il suo livello di potere aumentò in modo spaventoso temporaneamente, girando intorno a 11 000 - 12 000.

Dopo avere sviluppato le proprie ali:

Magia Forza Spirito Totale
38.800 0 2.800 41.600

Scontri

Vampiri di Edimburgo

  • Diane, King, & Gowther vs Mod & Ganne: vittoria

Saga della Capitale dei Caduti

  • Ban vs King: non decisivo
  • Ban vs King: vittoria
  • King vs Guila: vittoria

Saga di Vaizel

  • Cain vs Vecchia Scoreggia: sconfitta
  • King vs Guila & Jericho: vittoria
  • King vs Helbram: non decisivo

Saga dell'Armor Giant

  • Meliodas, Ban, King & Gowther vs Dale: vittoria

Saga dell'Infiltrazione nel Regno

  • King vs. Helbram: vittoria
  • Seven Deady Sins vs Hendrickson: sconfitta

Saga dell'Albion

  • King vs Albion: vittoria

Saga di Istar

  • Meliodas vs. King: non decisivo

Saga del Grande Festival del Combattimento

  • Diane & King vs Golem di Drole Golem & Serva di Gloxinia: vittoria

Saga delle Memorie della Guerra Sacra

  • Diane & King vs Drole & Gloxinia: sconfitta
  • Meliodas, Drole (Diane) & Gloxinia (King) vs Calmadios: vittoria

Saga di Corand

  • Seven Deadly Sins vs Melascula: vittoria

Saga del Preludio alla Nuova Guerra Sacra

  • Seven Deadly Sins vs Chandler: non decisivo

Saga della Nuova Guerra Santa

  • Squadra Cerca-e-Distruggi vs Demoni: vittoria
  • Gowther, King, Sariel, Tarmiel & Derieri vs Mael: sconfitta
  • Gowther, King, Diane & Elizabeth vs Mael: vittoria
  • King vs Zeldris: non conclusiva
  • Seven Deadly Sins & Quattro Arcangeli vs Zeldris & Demone Originale: vittoria
  • Seven Deadly Sins, Quattro Arcangeli & Zeldris vs Re dei Demoni: vittoria
  • Seven Deadly Sins vs Chimera Indura: vittoria

Prigionieri del Cielo

  • King & Gowther vs Atollah: vittoria
  • King & Diane vs Galla: vittoria

Relazioni

Sette Peccati Capitali

Meliodas

King e Meliodas sono entrambi membri dei Sette Peccati Capitali. King apprezzava la compagnia di Meliodas nel passato, e dimostra di tenere ancora a lui una volta riunitosi al gruppo. Sebbene a volte non sia d'accordo con le sue decisioni e azioni, si fida di lui e lo considera un buon capitano. Segni della loro particolare amicizia sono visibili quando King, anche se non ammira particolarmente la perversione del suo capitano, gli chiede di insegnargli ad essere un uomo senza pudore come lui dal momento che è troppo timido e non sa come comportarsi con Diane; oppure quando King, dopo aver apparentemente sconfitto Chandler con l'obbiettivo di proteggere Meliodas privo di sensi, si gira verso di lui pensando "Capitano, spero che tu sia fiero del tuo piccolo re", probabilmente in ricordo del giorno in cui si incontrarono la prima volta e in cui Meliodas lo rassicurò sostenendo che fosse il re migliore che avesse mai incontrato, dal momento che stava piangendo per le persone a cui teneva.

I sentimenti di King nei confronti di Meliodas si complicarono quando iniziò a sospettare che egli potesse essere un demone, ma continuò a comportarsi normalmente finché ebbe la conferma che il suo capitano fosse collegato ai Dieci Comandamenti. Durante un allenamento, King inizia ad attaccarlo inaspettatamente, rivolgendogli delle domande sulla sua vera natura e sulle sue vere intenzioni; Meliodas, dal canto suo, peggiora la sua situazione con domande inopportune, evitando di rispondere. Alla fine, King decide di collaborare solo perché Diane e Ban credono ciecamente in Meliodas, sostenendo che se però avesse tradito la loro fiducia non avrebbe esitato ad attaccarlo.

Nonostante i suoi sentimenti riguardo a Meliodas fossero ancora contrastanti, rimase sconvolto nel vederlo sconfitto dai Dieci Comandamenti e pianse quando morì, dimostrando che nel profondo non poteva negare che gli importasse di lui e che gli volesse bene. Dopo aver superato la prova e aver scoperto di più sul passato di Meliodas ed Elizabeth, iniziò a comprendere meglio il suo capitano e si pentì per come lo aveva trattato; in compenso, tornò a fidarsi definitivamente di lui e a considerarlo ancora un amico stretto.

Diane

King e Diane sono entrambi membri dei Sette Peccati Capitali. King è innamorato di Diane, e anche se troppo timido per ammetterlo, non è difficile notarlo, tanto che alcuni compagni come Meliodas e Gowther l'avevano capito da soli. Quando Diane è triste o si fa male, lui tenta sempre di consolarla; quando la ragazza venne sconfitta da un gruppo di Cavalieri Sacri e rischiò di morire, King preferì concentrare tutto il suo potere magico per proteggerla e guarirla piuttosto che usarlo per difendersi. La loro amicizia nacque secoli prima, quando Diane salvò King e lo aiutò a guarire in seguito ad un attacco che causò la sua perdita di memoria; costretto a lasciarla dopo 500 anni passati insieme e dopo averle promesso che le avrebbe sempre voluto bene e sarebbe rimasto per sempre al suo fianco, per non farla soffrire il ragazzo decide di cancellarle la memoria. Quando si rincontrano anni dopo, King la ama ancora e, notando che è cresciuta, la trova molto bella. Poco dopo la sconfitta di Helbram, Diane inizia a recuperare i ricordi perduti e inizia a provare qualcosa per King, confessando ad Elizabeth il suo amore per lui, ma dopo che i ricordi le vengono nuovamente cancellati per mano di Gowther, si dimentica nuovamente del suo compagno. Nonostante questo, dopo aver capito di aver perso la memoria e di avere legami che non ricorda con svariate persone che sembrano conoscerla molto bene, si affeziona rapidamente a King vedendo la sua determinazione nel proteggerla durante il Gran Torneo di Lotta di Vaizel, e inizia a vederlo come un amico con cui doveva aver avuto uno stretto legame. Durante la Prova di Gloxinia e Drole a cui i due compagni vengono sottoposti, il Gowther originale le restituisce tutti i ricordi perduti, e il suo amore per King torna; non esista un istante a dimostrarlo, baciandolo poco dopo aver superato anche lei la Prova. I due dichiarano quindi i propri sentimenti l'uno all'altra e si fidanzano. Successivamente King le chiederà anche di sposarlo. Va menzionato come per i due il matrimonio abbia un significato un po' particolare: nei 500 anni insieme, entrambi scoprono che, essendo la vita degli umani molto breve, si legano tramite una cosa chiamata matrimonio e mettono al mondo dei figli; tra le fate come lui e i giganti come lei, che hanno un aspettativa di vita di oltre mille anni, questo concetto non esiste e verrebbe considerato senza senso, anche se Diane stessa ammette di sentirsi invidiosa.

Ban

King e Ban sono entrambi membri dei Sette Peccati Capitali. Stando alle parole di Meliodas, un tempo i due erano praticamente inseparabili, dal momento che King doveva sempre rimediare ai guai combinati da Ban. Dopo essere stato esiliato dal regno e aver scoperto la triste fine del suo paese natio, King iniziò a provare forte odio nei suoi confronti, convinto che Ban fosse la causa della distruzione della Foresta e della morte di sua sorella Elaine. Desideroso di ucciderlo per vendicarla, riuscì a pietrificarlo nella Necropoli; solo successivamente, su richiesta della sorella stessa, lo salverà anche se riluttante durante lo scontro con Guila e capirà che non fu Ban ad uccidere Elaine, riunendosi così al gruppo. Sebbene non lo disprezzi più così tanto e lo aiuti in varie occasioni, King inizialmente continua a sentirsi a disagio con Ban nei paraggi. Solo col passare del tempo i due diventano un po' più vicini, e ad un certo punto King scopre cosa era accaduto realmente tra Ban ed Elaine, rimanendo stupito dall'amore che l'uomo prova nei suoi confronti e colpito dalla sua determinazione nel volerla riportare in vita. Decise di accompagnare Ban nel suo viaggio verso la nuova Foresta del Re delle Fate, e sebbene Ban conoscesse la ragione per cui le fate ritenessero King un traditore, non lo accusò mai e lo considerò persino più degno di essere definito Re rispetto a sé stesso. Quando, a distanza di tempo dalla loro separazione, Elaine risorge e i due compagni si incontrano di nuovo, King accetta completamente la relazione tra la sorella e l'amico ed è contento di vederli felici insieme. Anche la loro amicizia diviene più sana e sincera; per quanto i due continuino ad infastidirsi ed insultarsi a vicenda in modo simpatico, tengono l'uno all'altro.

Gowther

King e Gowther sono entrambi membri dei Sette Peccati Capitali. King in più occasioni si mostrò infastidito dagli schietti modi di fare di Gowther, ma tra i due è sempre stato presente un buon legame e spesso la fata da consigli al compagno su come comportarsi. Questa amicizia venne messa in discussione quando Gowther cancellò insofferente i ricordi di Diane, facendo divenire King ostile nei suoi confronti, nonostante riconoscesse di non essere migliore di lui. Dopo aver passato la Prova e aver scoperto qualcosa di più sulla vera natura e sul passato di Gowther, King iniziò finalmente a capire meglio il compagno e provò, anche se lentamente e con difficoltà, a perdonarlo. Una volta che Gowther recuperò le sue emozioni, la loro amicizia sembrò migliorare. Trascorrendo molto tempo insieme allenano delle nuove tecniche combinate e diventano buoni amici; li si può vedere varie volte sorreggersi a vicenda in battaglia.

Merlin

King e Merlin sono entrambi membri dei Sette Peccati Capitali. King rispetta molto la maga, ed è perfettamente consapevole delle sue strabilianti abilità. Il ragazzo mostra molta fiducia nei suoi confronti, e non esita a rivolgersi a lei in caso di bisogno, come dimostra recandosi immediatamente nel suo laboratorio dopo la perdita di memoria di Diane, o suggerendo a Ban di consultarla riguardo al riportare in vita Elaine.

Escanor

King ed Escanor sono entrambi membri dei Sette Peccati Capitali. Non si sa molto sulla loro relazione, ma si può notare come King non apprezzi molto la sua compagnia durante il giorno, per via dell'arroganza e della furia di Escanor quando il sole è alto nel cielo. Al contrario, durante la notte non rifiuta affatto di passare tempo con lui. Nonostante questo, è perfettamente consapevole della forza devastante del suo compagno, lo rispetta e tiene molto a lui.

Altri

Elaine

Elaine è la sorella minore di King, che restò a proteggere la Fonte della Giovinezza al posto del fratello per 700 anni. I due tengono molto l'uno all'altra; King le vuole così bene da essere disposto ad uccidere per lei, ma anche a rinunciare ai suoi desideri di vendetta ed assecondare le sue richieste pur non essendo d'accordo. Dopo la resurrezione di Elaine, King non esitò ad abbandonare il gruppo per cercarla; i due furono molto felici di potersi incontrare di nuovo.

Oslo

King è il padrone di Oslo. I due si conobbero molto tempo prima che King si unisse ai Sette Peccati Capitali, nella Foresta del Re delle Fate. Erano buoni amici; spesso King si sfogava e svelava i suoi segreti all'animale, ed era in grado di comprenderlo. Olso era così importante per King che risultò essere uno dei motivi per cui il ragazzo riuscì a liberare il suo vero potere; inoltre, il cane era molto leale al suo padrone, tanto da sacrificarsi per salvarlo.

Elizabeth Lyonesse

King ed Elizabeth condividono una buona amicizia. King rispetta molto la principessa per via della sua appartenenza alla sua famiglia reale e per la sua forza di volontà.

Hawk

King e Hawk condividono una buona amicizia. Spesso King lo chiama semplicemente "Maiale", piuttosto che con il suo nome, ma all'animale non sembra dare fastidio.

Helbram

Helbram era il migliore amico di King. Pur avendo due diversi modi di vedere gli umani, i due sembravano essere molto uniti e Helbram si fidava particolarmente dell'amico. Quando venne catturato dagli umani, King non esitò a lasciare la Foresta per cercarlo; d'altra parte Helbram, credendo di aver visto un umano uccidere King davanti ai suoi occhi, non ci pensò due volte a raccogliere le forze che gli erano rimaste per vendicarlo. Quando King recuperò, a distanza di secoli, i ricordi perduti in seguito all'attacco dell'umano e i due si rincontrano, fu costretto ad uccidere Helbram, e si sentì così colpevole di averlo lasciato soffrire da rinunciare alla sua felicità per "espiare i suoi peccati". I due si ritrovarono anni dopo, con Helbram divenuto un Cardinale Cavaliere Sacro; egli era stato riportato in vita grazie ad un incantesimo proibito druido di Hendrickson, che permette di riportare in vita qualcuno per due volte, anche se corrompendo la sua mente e il suo cuore. King si mostrò visibilmente straziato da ciò, ma alla fine riuscì a mettere fine alla vita dell'amico per la terza volta, con Helbram che, conscio di sé stesso per qualche minuto, dichiarò che non aveva importanza quante volte sarebbe morto finché sarebbe staro King ad ucciderlo, e morì sorridendogli. King odiò profondamente Hendrickson per la sorte e la sofferenza che aveva causato al suo amico, come dimostrò attaccandolo e domandando sarcasticamente "Ti va bene morire per quattro volte? Non vorrei che Helbram se la prendesse a male."; questo disprezzo persistette persino dopo la redenzione dell'uomo, segno di quanto King tenesse all'amico. In ogni caso, grazie all'elmetto di Helbram, i due poterono continuare a comunicare, in quanto Helbram era riuscito a trasferire la sua anima all'interno dell'elmo con lo scopo di non abbandonare il suo migliore amico. La loro amicizia, da quel momento, sembrò tornare quella di un tempo. Intenzionato a salvare King durante uno scontro, Helbram si sacrificò definitivamente lasciando che l'elmetto venisse distrutto, indirizzando le sue ultime parole a King per incoraggiarlo e sorridendogli.

Gloxinia

In quanto membro dei Dieci Comandamenti, King vedeva Gloxinia come un nemico molto potente. Rimase visibilmente sconcertato dalla differenza di potere tra sé stesso e il suo predecessore, il primo Re delle Fate, nonché dai poteri stessi di Gloxinia, come ad esempio quello di curare facilmente qualsiasi ferita grazie alla sua Lancia dello Spirito Basquias. Quando Gloxinia e Drole ingaggiarono battaglia con King e Diane, Gloxinia rimase stupito dalla sua prontezza e dalle sue prestazioni nel combattimento, ma non ebbe difficoltà ad evitare tutti gli attacchi dell'avversario, constatando che King sarebbe nettamente più forte se solo avesse le ali; per via di questa carenza, Gloxinia non dimostra grandi speranze nei confronti del suo successore. Durante la Prova, King ebbe ulteriore dimostrazione della loro differenza di potere; nonostante questo, imparò molte cose sul passato di Gloxinia e scoprì con stupore che avevano molte cose in comune. Dopo che superò la Prova, le opinioni di entrambi sull'altro cambiarono, per via dei loro passati simili. In seguito alla decisione di Gloxinia e Drole di abbandonare i Dieci Comandamenti, King inizia a vederlo come un alleato potente, a cui affida il compito di proteggere la Foresta senza esitazione. Anche la considerazione di Gloxinia per King aumentò, tanto da salvarlo durante lo scontro con Chandler e impedendogli di combattere per evitare che morisse. Le sue ultime parole a King dimostrarono come egli avesse sviluppato grandi aspettative nei suoi confronti, sottolineando che, sebbene le sue ali fossero appena cresciute, i loro livello di potere era molto simile, ed era certo che una volta che le sue ali fossero cresciute completamente, sarebbe diventato il Re delle Fate più forte di tutti i tempi; questa affermazione sorprese molto King, anche se inizialmente faticò a crederci. Ricordandosi di queste parole durante lo scontro con Mael, King pensò che Gloxinia l'avesse parecchio sopravvalutato, ma fu anche grazie a ciò che pochi istanti dopo riuscì a liberare il suo vero potere.

Curiosità

  • King è un riferimento a Re Herla, il leggendario leader di una Selvaggia Caccia Tedesca mitologica, il cui nome deriva dal termine in francese antico Herlequin, che potrebbe aver portato al nome Harlequin.
  • Si pensa che il motivo per cui le ali di King ed Elaine hanno impiegato più tempo del normale a comparire sia perché sono nati da fiori sbocciati in ritardo.
  • La tecnica Attacco del Calabrone è un riferimento ai colori della Lancia Chastiefol, che ha effettivamente i colori dell'insetto.
  • Stando al libro ufficiale:
    • Abilità speciale: Dormire rannicchiato.
    • Hobby: Osservare Diane.
    • Debolezza: Mancanza di muscoli.
    • Luogo di nascita: Foresta del Re delle Fate.
    • Cosa preferisce di sé stesso: La sua eleganza nella sua forma umana.
    • Sogno: Sposare Diane.
    • Rimpianti: Molti.
    • La cosa più imbarazzante della sua vita: Prima che gli spuntassero, l'assenza delle sue ali.
    • Cosa vorrebbe di più: Il cuore di Diane.
    • Animale preferito: Nessuno in particolare.
    • Odore preferito: Quello della scollatura di Diane.
    • Cibo preferito: Formaggio.
    • Punto attraente: I ciuffi ribelli di capelli.
    • Ha un complesso per il suo viso da ragazzino.
    • La persona che rispetta di più è il Re delle Fate precedente, Dahlia.
    • Una persona che temerebbe e non vorrebbe come nemico è Escanor.
  • Una volta, King ha perso contro un gatto che gli aveva rubato la merenda.
  • Nella sua forma originale ha un dolce profumo di ulivo, mentre nella forma umana puzza di muffa e sudore.
  • Non gli piacciono gli ubriaconi - una delle ragioni per cui non gli va a genio Ban.
  • Al Boar Hat, dorme su un'amaca appesa vicino ad una finestra - una scusa per guardare Diane quando dorme fuori.
  • Al Boar Hat condivide la stanza con Ban, il cui letto diventa però di Diane quando lei è di dimensioni umane.
  • E' bravo a fare vestiti, e ha creato lui stesso i suoi e quelli di Diane.
  • Meliodas sostiene che l'hobby di King sia sbirciare, in senso perverso, ma King lo nega.
  • Il Peccato d'Accidia viene solitamente rappresentato con una capra dal colore blu.
  • Nel sondaggio di popolarità dei personaggi, King è quarto con 226 voti, ma primo con 121.945 contando anche quelli online.


Note

questa pagina è stata revisionata l'ultima volta il giorno 28-06-2021


Navigazione

Advertisement